La smielatura

DSC00247Ciao a tutti!

In questo post voglio mostrarvi come avviene la smielatura, ovvero come viene tolto il miele dai favi.

Partiamo dall’inizio, sopra la casina delle api (arnia) viene messa una cassetta più piccola di legno (melario), con nove telaini (favi),  serve appositamente per raccogliere il miele, mentre il miele che le api portano nella casina viene lasciato per la loro scorta invernale.

Fra la casina e il melario viene messa una specie di griglia (escludi Regina), in modo che l’ape regina non faccia la covata dove viene raccolto il prodotto, in pratica nel melario ci deve essere solo il miele.

Quando vediamo che nel melario è presente la giusta quantità di miele, lo portiamo nel laboratorio, prendiamo i telaini uno per uno e togliamo, sia da una parte che dall’altra, il tappo che le api hanno costruito per conservare il miele (questa operazione si chiama disepercolatura), ci sono delle macchine che lo fanno anche meccanicamente ma il mio fidanzato e io che quando posso l’aiuto, per ora lo facciamo a mano.

 

DSC01236

DSC01235

DSC01237

DSC01238

DSC01239

DSC01240

DSC01241

DSC01242

Man mano che stappiamo i favi, i telaini vengono messi nello smielatore, una specie di centrifuga, quando sono stati inseriti tutti i telaini, viene azionato il motore e con la velocità il miele viene tolto dai telaini (che rimangono puliti), e si deposita sul fondo dello smielatore.

 

DSC01243

DSC01244

Quando vediamo che il miele non goccia più, spengiamo lo smielatore e sotto il suo rubinetto (dello smielatore), mettiamo un secchio dove viene raccolto il miele.

Dal secchio lo passiamo nel maturatore, una grossa cisterna, attraverso un filtro per togliere tutte le impurità.

Il miele non deve essere subito invasettato ma va lasciato riposare un pò nel maturatore.

Scusate se le foto non sono molte e non rendono bene l’idea ma quando le stavo facendo la macchinetta mi ha segnalato che non c’era più memoria comunque presto metterò altre foto!

Cosa ne pensate?

A presto,

Elena

 

 

 

Annunci

14 pensieri su “La smielatura

  1. ciao Elena, scusa se ti rispondo solo adesso , ma sono stata qualche giorno in montagna dalla mamma e non ho pensato di portare la chiavetta di internet , ( in paese c’e la connessione wifi ma non funzionava ) così sono rimasta isolata !
    che bel post! mi hai fatto tornare bambina ;.peccato io sia così lontana altrimenti verrei a vedere personalmente .e forse potrei partecipare.I mmagino già delle belle fette di pane tostato con una buona dose di miele ….non farmi pensare ……!!!!1

    ave

  2. ma che brava che sei! ti ringrazio di averci dato queste spiegazioni,non conoscevo tutta la trafila per ottenere il miele ma da adesso quando gusterò un buon miele mi verrà da pensare a te e al tuo lui che lavorate nell’azienda! grazie cara!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: