La ricetta: La Befana di Barga

Ciao a tutti! Come va? Qui da me non molto bene, il tempo è stato brutto e Lunedì ha nevicato e per di più ho preso l’influenza e sono raffreddata! Uffa! 😦

Per ravvivare la giornata ho deciso di preparare la ricetta che vi avevo annunciato.

Ho deciso di fare la Befana di Barga, la festa della Befana è passata da un pò ma questi biscotti sono buoni anche per altre occasioni, per esempio per accompagnare una bella tazza di tè, a fine pasto per addolcirsi la bocca insomma ogni momento è buono per gustarli! 🙂

Questi biscotti sono tipici di Barga, una graziosa cittadina nelle nostre vicinanze e a differenza della Befana classica (quella con i chicchini colorati per intenderci) è più bassa, croccante e sopra viene guarnita con il marzapane!

Ecco la ricetta.

Ingradienti

Per l’impasto

  • 1 Kg di farina 00
  • 6 hg di zucchero
  • 3 hg di burro
  • 6 uova
  • 2 arance (scorza grattugiata e succo)
  • 1 bustina di lievito vanigliato

Per il marzapane

  • 3 hg di mandorle o noci
  • 1 o 2 cucchiai di zucchero
  • 1 o 2 albumi di uova
  • 1 o 2 cucchiai di Alchermes.

Procedimento per l’impasto.

Amalgamare la farina con il burro morbido, le uova meno 2 albumi,lo zucchero e la scorza e il succo di arancia.

Impastare, spianare e tagliare la pasta con le formine.

 

DSC00560

DSC00561

DSC00562

Pinzette e formine.

Una volta fatte le formine si guarniscono ponendovi nel centro un pizzicotto di marzapane che si prepara amalgamando gli ingredienti che ho scritto sopra inoltre pizzicare i bordi con le apposite pinzette.

DSC00556

DSC00558

L’impasto di marzapane.
 
DSC00563
 
DSC00564
 

Infornare con il forno a 180° e togliere quando hanno preso un bel colore.

Mhh, che bontà!

E voi che ne pensate?

A presto.

Elena♥

Annunci

27 pensieri su “La ricetta: La Befana di Barga

  1. ciao,
    spero sia solo un raffreddore , fastidiosissimo , ma passa in fretta ! per il marzapane ., parli di mandorle , intere o passate al mixer ? sembrano buonissimi! proverò senza dubbio, anche perchè da qualche tempo ho ritrovato il piacere di fare dolci , dolcetii e biscottini in clasa .

    grazie per essere passat dal mio blog, hai ragione , rimpiango ancora le vecchie lirette .

    buona giornata

    ave

    • Ciao Ave, le mandorle o in questo caso le noci devono essere sbriciolate, si può usare la mezzaluna per avere dei pezzi più grossolani o al mixer per averli più piccoli, io ho scelto la prima soluzione perchè mi piace sentire i pezzettini di noce. Fammi sapere come ti sono venuti!

      Buona giornata anche a te.

      Elena

  2. questa è una ricetta tradizionale di Barga, quindi ogni famiglia ha una sua segreta ricetta tramandata di generazione in generazione. Devo però precisare che nell’impasto NON si mette mai il lievito. Questi “biscotti” devono essere secchi, ma la quantità di burro (oppure burro e strutto in percentuale variabile, secondo il proprio gusto) conferisce loro la giusta friabilità. Scusa la precisazione, ma credo fosse doverosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: